giovedì 30 novembre 2017

A Taxi Driver - 53° Progetto Concluso

Cosa c'è dietro una notizia?
Citando un noto spot: "dietro una notizia ci sono fatti e persone che a loro volta generano altri fatti e altre persone che alla fine riguardano tutti noi." Ed è proprio di fatti e di persone che si parla in "A Taxi Driver".
Questo film, in particolare, racconta una storia vera e come dico sempre le più belle storie sono proprio quelle vere. Anche questa non fa eccezione e non a caso il film ha vinto in Patria diversi riconoscimenti ed è candidato ai prossimi Premi Oscar 2018.
Immagine correlataCosa aspettarsi da questo film?
Una storia vera di uno spaccato di vita del lontano 1980 che sarebbe passato inosservato agli occhi del mondo e degli stessi Coreani se solo il coraggio di un uomo che perseguiva la verità dei fatti non lo avesse spinto a dar voce a quella che, altrimenti, non sarebbe stata una notizia che avrebbe fatto la storia.
In una Corea in cui i mass media sono sotto accusa per la censura è facile pensare che anche in una democrazia possa esserci un velo di Dittatura. Ma se le persone sono lasciate libere di scioperare perché cambi qualcosa e se questi possono condurre a dei cambiamenti allora sì che c'è democrazia.
Eppure non è sempre stato così. La Corea ha avuto, infatti, un periodo in cui vigeva la Dittatura.
E nel 1979, in seguito all'assassinio del Dittatore Park Chung Hee, prese piede la Legge Marziale.
Il 18 Maggio del 1980 decine di migliaia di protestanti, per la maggior parte studenti, diedero vita ad una dimostrazione di piazza che sarebbe passata alla storia come "La Rivolta per la Democrazia di Gwang-Ju" o più semplicemente la "Rivolta di Gwang-Ju".
Questa rivolta, però, venne repressa nel sangue e i mass media censurarono e mistificarono i fatti lì accaduti. E sarebbe morta lì, insieme alle tante vite perse per la causa, se solo il corrispondente per l'Asia della TV nazionale Tedesca non si fosse trovato lì a documentare quanto realmente accadde. Tutto ciò, però, fu possibile grazie ad un Tassista che riuscì ad eludere tutti i posti di blocco disposti ai varchi della città.
E proprio ai tassisti, ma anche agli autisti di mezzi pubblici, va un elogio perché non solo furono attivi nelle proteste, ma fecero da scudo ai civili coi loro mezzi. Questa è la storia di uomini semplici, uomini ordinari, quegli uomini che hanno lasciato un segno di sé nella storia, una storia che va conosciuta e ricordata.
Un piccolo gioiellino, quindi, che siamo liete di regalarvi ;)
Buona Visione,
alclea <3

P.S. Come sempre il sub lo trovate nel forum.



Nessun commento:

Posta un commento

Bad Papa - Ep. 05-08

Salve a tutti! 😁 Eccoci di nuovo qui con il nostro progetto più recente, Bad Papa . Questo progetto sta ricevendo buone critiche dai ...